iot viaggi
Tutte le nostre news

Friuli-Venezia Giulia, la mia terra del cuore

06 Marzo 2021

Amo viaggiare. Avrei sempre la valigia pronta. Tutto quello che non conosco vorrei conoscere, tutto quello che non ho visto vorrei vedere. Tutti i popoli del mondo possono darmi qualche cosa, mi incuriosiscono i loro costumi, la loro vita, le loro case, le loro abitudini. Victor Hugo ha detto che ”viaggiare è nascere e morire ad ogni istante”, ed è veramente così: tutto il nuovo ti apre a nuove visioni, e non ti basta mai: vuoi ancora di più. Mi sento cittadina del mondo, ma amo la mia terra, la mia regione, il Friuli – Venezia Giulia dove ho tanto a disposizione, i monti, le colline, il mare, le città e i paesi ancora a misura d’uomo. E amo le tradizioni e i contrasti che ci sono tra i vari territori, tra le sue genti. Amo i prodotti del suo territorio, dai campi al mare. Amo la sua cucina che ha in tante cose la cultura della semplicità dei prodotti usati, a volte cucina “povera” ma gustosa, con quello che la terra offre, con le influenze contadine e dei pescatori, asburgiche e slovene. Amo gli ottimi vini, e capisco le battaglie che si sono fatte a volte sui nomi di alcuni di essi. Per restare in equilibrio tra il Friuli e l’Isontino, vorrei raccontarvi di due piatti tipici, e di antica tradizione, semplici negli ingredienti, e gustosi nei sapori. Nell’Isontino si mangia la JOTA, un piatto generalmente invernale, di antichissima tradizione, che è ancora più buono se degustato e riscaldato il giorno dopo. Le ricette possono variare anche da famiglia a famiglia, ma generalmente gli ingredienti sono i “capuzi garbi” (cavolo cappuccio acido) o la repa ( rapa messa a maturare nelle vinacce), fagioli messi a bagno la sera prima, uno spicchio d’aglio che poi va tolto, patate sminuzzate, sale, pepe, olio extravergine, foglie di alloro, qualche cubetto di pancetta o di salsiccia o di cotica di maiale, un po’ di brodo vegetale, tutto cotto a lungo e un po’ denso. In Friuli un piatto tipico è il FRICO, un piatto rurale con pochi ingredienti: olio, cipolla a cubetti, patate sbucciate grattuggiate che vengono aggiunte alla cipolla e infine striscioline di formaggio a pezzetti (striscioline della lavorazione del formaggio, non pezzi di formaggio ). Il tutto assieme in pentola, rigirato a metà cottura, come una frittata. In entrambi i casi il gusto è pienamente soddisfatto, e con un bicchiere di vino locale, come piatto unico possono bastare.

Torna al blog

Contattaci

Per qualsiasi altra informazione o domanda relativa ai nostri viaggi o alle nostre offerte, utilizza il modulo di contatto qui sotto.
Per favore ruotare il dispositivo per una esperienza migliore