iot viaggi
Tutte le nostre news

Siete pronti per un safari?

17 Settembre 2021

La prima volta di un safari non si dimentica più. Safari, in lingua Swahili significa viaggio, e il safari cui mi riferisco è la straordinaria esperienza naturalistica mossa dal desiderio di avvistare la fauna selvatica in libertà nel suo ambiente naturale. Oggi i safari si possono fare in molti paesi, ad esempio in Kenya, Tanzania, Botswana, ed ogni paese ha proprie caratteristiche secondo le Riserve che si vanno a visitare. Ci si sente un po’ esploratori e un po’ avventurieri, anche se tutto si svolge su metodiche collaudate, in sicurezza propria e degli animali. Le Savane sono vaste estensioni, un po’ spoglie, polverose, cespugli e sparuti alberi a volte spinosi, con rare pozze d’acqua. Appena arrivati la prima cosa che colpisce è il colore della terra, il caldo, gli odori. Poi si familiarizza con gli alloggi. Ci sono campi con i Lodges, di solito con architettura tipica del posto, o campi tendati. Ma non pensiamo che “tenda” significhi scomodità: c’è la camera col letto sollevato da terra, bagno, veranda con tavolini e sedie. Spesso sono lussuose, col maggiordomo dedicato. Ciascuno ha il proprio Lodge, o la propria tenda, e ci sono poi altri alloggi comuni per il relax, dove pranzare, piccoli negozi, a volte anche la piscina. Tutto è molto pulito e controllato, ma siamo pur sempre in Africa ed almeno un po’ di gechi possono tenerci compagnia. Alcuni campi sono recintati, altri sono liberi. Non è insolito sentire di notte il ruggito del leone, e vi assicuro che lascia senza fiato. Poi ci possono essere gli animali curiosi che di notte vengono a far visita al campo. Il safari si fa con jeep o fuoristrada coperti o scoperti. I rangers sanno quale usare: spetta a loro, quasi sempre, accompagnare i visitatori in safari. A volte un ranger si aggiunge all’autista con un fucile… non si sa mai dovesse servire ! I migliori safari si fanno all’alba o verso il tramonto, quando i predatori diventano più attivi. Il ranger sa quanto può avvicinarsi ad un elefante o una giraffa o un leone, perchè alcuni animali, se disturbati, possono caricare e sono sempre molto veloci. Poi vicino alle pozze d’acqua li si può osservare mentre si abbeverano o vedere gli ippopotami che sguazzano nel fango: l’esperienza del ranger è qui molto utile perchè l’ippopotamo è molto veloce ed aggressivo. Si possono vedere zebre, antilopi, elefanti, ghepardi, rinoceronti, kudu, giraffe…Ma l’esperienza più emozionante è il safari notturno. La savana di notte è viva. Nell’oscurità della notte ovunque piccole luci gialle riverberano al passaggio della jeep: sono gli occhi degli animali acquattati in attesa della caccia. Ho ancora vivo il ricordo di una famiglia di leoni che si saziava su una gazzella appena cacciata: prima il maschio dominante, poi le femmine e dopo i cuccioli. Si guarda con curiosità, e forse anche un po’ di paura. Credetemi che il rumore delle loro mandibole, nel silenzio totale della natura e di noi curiosi, è qualche cosa che si ricorderà per sempre.

Torna al blog

Contattaci

Per qualsiasi altra informazione o domanda relativa ai nostri viaggi o alle nostre offerte, utilizza il modulo di contatto qui sotto.
Per favore ruotare il dispositivo per una esperienza migliore